PIETRA - SPIAGGE LIBERE - UN PO' M'INCAZZO

Allora voglio farla breve, nel 2012 parte il progetto PSL Progetto Spiagge Libere organizzato dall'associazione di cui sono stato presidente sino a febbraio 2013, Giovani per Pietra. In sostanza i volontari andavano ( organizzati in gruppi ) nelle spiagge libere di Pietra a operare la raccolta differenziata raccogliendo con guanti e retini i rifiuti lasciati spesso e volentieri dai bagnati. Un progetto durato due mesi ( luglio - agosto ) e che ha ottenuto un ottimo riscontro sotto tutti i punti di vista.

Mi sono spesso sentito dire che la ditta che si occupava ( nel 2012 ) della raccolta dei rifiuti a Pietra, ovvero l'Aimeri, si occupava anche saltuariamente di tenere pulite le spiagge libere.  Bene, un attento monitoraggio ( dovuto alla presenza costante nelle settimane dei volontari sulle spiagge e al dialogo degli stessi con i bagnanti ) ha dimostrato che ciò non era affatto vero perché gli operai si recavano nei lidi per svuotare semplicemente i contenitori della pattumiera e se ne andavano via senza neanche guardarla la spiaggia.




MA ATTENZIONE: ovviamente qui la colpa non è degli operai, e probabilmente neanche del Comune perché gli operai non erano tenuti a farlo in quanto evidentemente il Comune non poteva pagare quel servizio!

Se tutto ciò fosse stato pacificamente ammesso ( quando all'inizio mi lamentavo con altri delle condizioni di alcune spiagge e della mancanza di questo servizio ) probabilmente non m'incazzerei ora nel vedere un articolo sul giornale dove la nuova ditta che si occupa ( nel 2013 ) della raccolta dei rifiuti a Pietra, ovvero l'Ata, probabilmente si occuperà anche di pulire le spiagge.

Allora parliamoci molto chiaramente: a nessuno è mai interessato  ripulire le spiagge libere a Pietra Ligure e vedere un articolo del genere dove quest'anno ( chissà come mai così ) una ditta si occupa anche di pulire le spiagge, sa di presa per il culo. Tanto è vero che non si richiama MAI minimamente l'attività dell'associazione GXP dell'anno scorso e che è riconosciuta da chiunque come un bell'esempio di volontariato, utile e che per la prima volta vedeva qualcuno ( di giovane oltretutto ) interessarsi del proprio territorio.

A me non interessa avere un merito per quello che abbiamo fatto l'anno scorso con GXP sulle spiagge libere di Pietra perché la soddisfazione me la sono tolta andando fra la gente e stimolandoli a tenere pulita la spiaggia e vedendo le spiagge poi effettivamente pulite. Ma il buon senso o non so come chiamarlo, avrebbe forse suggerito di conferire un minimo di riconoscimento per ciò che è stato fatto l'anno scorso da GXP e poi, se l'Ata quest'estate pulirà per davvero le nostre spiagge, potrò solo che essere contento.

Forse dovrei starmene buono buonino e non esternare queste mie considerazioni a tutto campo ma non voglio assolutamente comportarmi da leccaculo con nessuno e ciò che penso sta scritto sopra e per tutto il resto poi possiamo parlarne.

Nicola Seppone

Commenti

  1. Condivido pienamente questo tuo m'incazzo, poichè noi attraverso l'associazione abbiamo dato una bella provocazione al comune, allo stesso ente Aimeri i quali hanno quasi sempre snobbato la pulizia delle spiagge, in un paese di mare come Pietra Ligure che se non sbaglio vive soprattutto di turismo balneare.

    Un misero ringraziamento mi sembrava quasi dovuto... ma si sa che il mondo gira come gira...

    Noi abbiamo dato l'imput ora vediamo se questa nuova azienda ecologica porterà avanti la NOSTRA idea!!!

    RispondiElimina
  2. Stando a quanto scritto nell'articolo questa nuova azienda parte con tante buone idee. Sulla paternità delle idee non discuto. Vorrei riflettere su un punto: tutte queste cose perchè non sono state fatte prima? Per mancanza di personale? Bene, allora vuol dire che questa nuova azienda farà assunzioni anche solo per la stagione estiva. Se invece la motivazione è un'altra e ora, con le stesse persone, riusciranno a fare tutto e a farlo bene, allora credo che dovremmo chiedere i danni ad Aimeri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai centrato in pieno il senso di tutta questa discussione - non voglio fare un processo alle intenzioni ad Ata infatti, quello che farà lo vedremo quest'estate ma se le cose staranno come hai evidenziato tu, eh beh allora effettivamente bisognerà andare a chiedere ad Aimeri due spiegazioni!

      Elimina
  3. per poter vincere un appalto è abitudine diffusa(purtroppo)"garantire" tutta una serie di servizi che poi raramente vengono espletati una volta raggiunto l'obiettivo...io sono un assiduo frequentatore della spiaggia pietrese di ponente(quella di fronte all'ospedale per intenderci)visto che ci lavoro e,se devo dirla tutta,non ho mai visto nessuno al di fuori dei gestori dei chioschi e delle spiagge attrezzate del loco prendersi l'incombenza di dare ogni tanto una ripulita alle spiagge libere che in questa zona sono piuttosto estese (anzi è la zona di Pietra dove ce ne sono di più in assoluto)...ne operatori della ditta Aimeri ne volontari muniti di retino.....con questa piccola critica non voglio certo sminuire il lavoro svolto da coloro che hanno prestato il loro servizio volontariamente anzi,colgo l'occasione per fare un plauso.....voglio però dire:non appartiene al comune di Pietra Ligure il tratto di spiaggia che va da Rio Ranzi al confine con Loano?.....grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fabio! Quello che dici nella prima parte del tuo post è sicuramente vero, è un'ottima osservazione. L'unica cosa è il fatto della spiaggia che frequenti nel senso che ( se stiamo parlando della stessa ) dovrebbe essere si del comune di Pietra e infatti in quella zona c'erano 4 volontari che una volta alla settimana venivano a fare la raccolta differenziata, uno è anche un signore che magari conosci ( che già lo faceva di suo ) Pietro Cassoli, gli hanno fatto anche un servizio al TG3 quest'estate ed era tutti i giorni nella spiaggia libera al confini tra Pietra e Loano e una volta alla settimana era insieme ad un a'altro ragazzo dell'associazione, mentre più avanti ( andando verso Finale ) c'era un altro gruppo di 3 che quasi tutti i giorni ( perché la frequentavano spesso ) pulivano anche quelle spiagge, se vai sul sito di giovani pier pietra magari nella sezione foto puoi riconoscere se stiamo parlando delle stesse spiagge.
      Tieni conto che molti proprietari di chioschi o spiagge attrezzate ci dicevano che ci pensavano loro a pulire la spiaggia libera confinante, ma così di fatto non accadeva purtroppo. :)

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Le 5 frasi più dette dai turisti in Liguria (e le 5 più dette dai liguri ai turisti)

Au revoir, Shoshanna!

Stop al lungomare di Pietra a senso unico, la petizione vola: quasi 400 firme in poche ore