Post

A Pietra è conto alla rovescia: un anno alle prossime elezioni

Immagine
Manca un anno. Esattamente un anno ci separa dalle prossime elezioni comunali a Pietra Ligure. Una scadenza importantissima che ci porterà, subito dopo l'estate, ad assistere ad una campagna elettorale che si preannuncia difficile, combattuta e, soprattutto, molto incerta. I bilanci di un'amministrazione, solitamente, si fanno alla fine del mandato tuttavia, da qui in avanti, assisteremo ad un inevitabile giudizio day by day sull'operato della maggioranza - scandito dalla clessidra del tempo che ormai sta lasciando cadere gli ultimi granelli di sabbia - da parte di minoranze politiche e semplici cittadini.

Non sto scrivendo questo post per comunicarvi quello che farò nei prossimi mesi (anche perché vorrei saperlo anche io, credetemi :)) ma lo faccio solo per farvi riflettere su quello che succederà a livello di atteggiamenti generali: parlo di consuetudini che si ripresentano ad ogni tornata elettorale. In città c'è fermento. E mentre le voci di corridoio si rincorrono…

Una corsa contro il tempo

Immagine
La tempesta di sabbia del tempo sta per inghiottire molte cose, comprese le nostre tradizioni. È davvero una corsa contro il tempo quella che viviamo ogni giorno accanto alle persone di una certa età: guardiani di un passato prezioso, fatto di cose belle, che rischiamo di perdere per sempre se non corriamo ai ripari. Come?

In tanti modi. Questo pezzo nasce, in particolare, dalla mia chiacchierata insieme a Luigi, tra un ripresa e l'altra della seconda puntata della rubrica "In cucina con Olio Pedro" (clicca QUI per  vederla): un genovese doc ma, soprattutto, un uomo che, in virtù dell'età, ha tanto da raccontare, da trasmettere...da insegnare. Sarei rimasto ad ascoltarlo per ore senza dire nulla. Il suo passare con disinvoltura e incantevole naturalezza dall'italiano al dialetto ligure, la sua fierezza e il suo orgoglio mentre ci spiegava come fare un buon pesto alla genovese, il suo sguardo malinconico mentre mi raccontava dai giovani di oggi che non conoscono p…

Pietra, il parco dedicato alla città di Offenburg: un'area di 10mila mq caduta nel dimenticatoio

Immagine
Questa mattina ricevo una fotografia da parte di una cittadina pietrese (ve la allego sotto): siamo dentro al parco pubblico dedicato alla città (gemellata con Pietra) di Offenburg, inaugurato in pompa magna nell'ormai lontano 10 maggio 2014 e, da allora, caduto nel dimenticatoio. Nella foto si vede chiaramente un albero - all'interno dell'area dedicata ai giochi per i bambini - pericolosamente inclinato verso il lato della strada che conduce al cimitero. Allegato alla foto, poi, anche un messaggio: "Mi sembra strano che nessuno abbia visto nulla".

La prima cosa che ho fatto, dopo aver ricevuto lo scatto, è stata quella di avvertire subito chi di dovere affinché si interessasse a questa situazione a dir poco pericolosa. Tra l'altro, le immagini di quel pino caduto in via della Cornice sono ancora tremendamente fresche e impresse nella memoria di tutti. Ora, mentre scrivo, probabilmente la situazione sarà stata ripristinata e, ad ogni modo, fortunatamente ques…

Conoscere e pretendere l'olio buono: ne sappiamo poco e ne mangiamo tanto

Immagine
Consumare un buon olio alla pari di un buon vino. Andiamo al ristorante e ci passano la "carta dei vini" ma perché, potremmo domandarci, non ci passano anche una "carta degli oli"? Nel mondo è impossibile parlare di olio senza parlare anche dell'Italia. È imprescindibile. Perché il nostro clima mite e temperato è la culla ideale per far crescere le piante di ulivo e l'Italia, nel suo territorio, può vantare almeno 500 (delle circa 800 esistenti in tutto il mondo) cultivar diverse: un patrimonio PAZZESCO!

È tipicamente italiano non rendersi conto di alcune (delle tantissime) nostre fortune, soprattutto quando si tratta del nostro patrimonio artistico, culturale...gastronomico. L'olio ha una storia antica quanto il mondo e fa pensare che già gli antichi romani - che trasportavano su e giù le anfore piene di olio dal monte Testaccio - etichettavano i loro prodotti indicandone la provenienza. Oggi noi sappiamo ben poco dell'olio che consumiamo. Probabil…

La mia pagella post-elettorale

Immagine
Urne chiuse, risultati usciti e...governo da fare. Proviamo a dare qualche voto.
SALVINI: VOTO 10 È in campagna elettorale da almeno 3 anni, ha girato più città di Alberto Angela, ha capito di essere l'unica alternativa a Berlusconi nel CDX e, spostandosi da nord a sud, si prepara a prendere in mano il timone della coalizione per traghettare la "destra" nel post-berlusconismo (questa volta sì, davvero all'orizzonte). Parla un linguaggio diretto, scorretto ed efficace, andando a toccare le corde più sensibili della società. Vuole distanziarsi da Berlusconi ma, allo stesso tempo, ne ha preso le qualità (politicamente) migliori: incassa i colpi e gli insulti e li trasforma nelle migliori armi contro i concorrenti.#FURBO.
DI MAIO: VOTO 9 Dopo una serie di attentanti, infilati uno dietro l'altro, alla lingua italiana, cresce di giorno in giorno e si dimostra vero leader: non solo perché schifosamente telegenico, ma anche perché capace di trasmettere quella sensazione di &…

Il ticket del parcheggio è scaduto? Per la Cassazione scatta la multa.

Immagine
Oggi vi voglio parlare di una questione ricorrente e dai risvolti non sempre così scontati.
Sto parlando della risposta a questa domanda:

Che cosa succede quando parcheggiamo l'auto all'interno delle strisce blu, paghiamo il ticket ma, per qualsiasi ragione, torniamo a riprendere la macchina oltre l'orario previsto? 
Ve ne parlo anche perché, recentemente, ho presentato una mozione consiliare che ha ad oggetto la "scarsa informazione in merito alle tariffe agevolate nei parcheggi pubblici di Pietra Ligure".

Ma andiamo con ordine. Il Codice della Strada, in merito a questo punto, dice una sola cosa: il biglietto deve essere acquistato e reso visibile. Punto. Il codice non dice altro ma soprattutto non si esprime sulle conseguenze dell'ipotetico mancato rinnovo del biglietto scaduto. Il "vuoto" normativo, ovviamente, non è passato inosservato e, infatti, ci sono diverse sentenze che si sono pronunciate sulla questione. Per esempio, c'è un Giudice d…

Pietra Ligure è pronta a volare in Parlamento

Immagine
Il 4 marzo è sempre più vicino e Pietra Ligure sta per vivere una delle più grandi opportunità della sua storia recente. In termini politici, infatti, la nostra città esprimerà ben due candidati (una per la Camera e uno per il Senato) come potenziali parlamentari della prossima legislatura. Probabilmente basterebbe quest'ultimo dato per iniziare a festeggiare. Ma c'è di più. Perché le candidature "made in Pietra", rappresentate dal vicesindaco Sara Foscolo (per la LEGA) e l'ex sindaco di Pietra Ligure e attuale consigliere regionale di minoranza Luigi De Vincenzi (PD), hanno grosse opportunità di trasformarsi in realtà.

Allora capite bene che l'ipotetica presenza in Parlamento di due persone espressione del nostro territorio (anche se con visioni politiche opposte), significherebbe per la nostra città e - più in generale - per tutto il nostro comprensorio, un'enorme chance di rappresentatività all'interno del più importante organo democratico del nost…