Esserci

Concludo oggi questo mini ciclo di articoli dedicati alle mie piccole battaglie per una Pietra migliore. Nei pezzi precedenti ho parlato di Via Piave (QUI), illuminazione pubblica (QUI), spiagge libere (QUI), aree verdi (QUI) e sicurezza (QUI).

Oggi, più che di una battaglia, vi parlo di un impegno concreto. Il più difficile e, probabilmente, il più importante da mantenere. Di che cosa sto parlando?

Esserci.



Chi si candida, chi decide di mettersi al servizio della propria città (e non dei propri interessi), deve esserci sempre. Ma attenzione. Esserci non è sinonimo di dire "sì" sempre e comunque. No. Esserci significa mettersi a disposizione dei cittadini, per ascoltare, dare spiegazioni e anche per saper dire "No", quando necessario, motivando, attraverso il confronto, le scelte prese. Esserci vuol dire farsi vedere, tanto in centro quanto in periferia, anche quando non ci sono problemi. Esserci significa far capire a chi non ti ha votato che ci sarai anche per lui, perché quando si amministra lo si fa per il bene del paese tutto e mai per una "ristretta cerchia di amici". Esserci, quindi, anche per quella persona a cui non sei mai piaciuto (il più delle volte senza un reale motivo) e che considererai alla pari di un qualsiasi cittadino che, invece, ti ha dato fiducia. Esserci significa essere sinceri, a volte duri, ma mai ingannevoli. Perché chi ti ha dato fiducia merita rispetto, così come chi non te l'ha data, affinché quest'ultimi possano, un domani, ricredersi su di te.

Quello che spesso accade al termine di una competizione elettorale

"Tutte cose scontate". Lo state pensando, vero? Eppure, quello che vi ho appena scritto, sempre più spesso trova riscontri - più negativi che positivi - nella realtà. Ci sarà un programma elettorale. Tutte le liste, giustamente, porteranno i loro impegni all'attenzione degli elettori. Ma se c'è un impegno - l'unico - che voglio prendermi, con l'assoluta convinzione di poterlo mantenere, beh, quell'impegno è proprio questo:

Esserci.

L'ho fatto in questi anni di opposizione, dove il mio ruolo marginale non mi ha mai dato la possibilità di esprimere al meglio tutti i miei intenti, lo continuo a fare oggi, a pochi giorni dalla fine della consigliatura, e continuerò a farlo domani, se lo vorrete, nella futura amministrazione.

C'ero.
Ci sono.
E, se lo vorrete, ci sarò.


Nicola Seppone

Commenti

Post popolari in questo blog

Le 5 frasi più dette dai turisti in Liguria (e le 5 più dette dai liguri ai turisti)

Au revoir, Shoshanna!

Stop al lungomare di Pietra a senso unico, la petizione vola: quasi 400 firme in poche ore