Mistero nelle spiagge libere di Pietra Ligure: "Li abbiamo visti svanire nella sabbia"

C'è qualcosa di misterioso in alcune spiagge libere di Pietra Ligure. Ci sono ombrelloni, sdraio e asciugamani. Tanti ombrelloni. Tante sdraio. E tanti asciugamani. Ma le persone? Laggggente? Nessuna traccia di essere umani. Eppure qualcuno deve averli portati lì quegli ombrelloni, quelle sdraio e quegli asciugamani. Magari nel cuore della notte. Mentre il solito camion di Frascheri #scansatevechedevodivulgarelattefrescoovunque.

Eppure molti giurano di aver visto forme di vita in mattinata: "L'HO VISTA!!! La ricordo benissimo: aveva un costume blu, si è fatta una ciumba, si è asciugata e poi è sparita nel nulla! Le dico che si è volatilizzata, come rapita dagli alieni!!!!" racconta una testimone di una spiaggia privata limitrofe. Decine di avvistamenti quotidiani, sì. Ma nessuna prova dell'esistenza di questi esseri viventi che solitamente si aggirano nei pressi dei lidi con l'ombrellone sotto l'ascella, la canottiera del mercato e il telo mare preso con l'ultimo numero di "Chi" diretto da Alfonso Signorini. Le descrizioni dei testimoni combaciano ma le tracce svaniscono ogni volta nel nulla.

Il mistero si infittisce. Molte persone giurano di averli visti sparire nella sabbia, probabilmente all'interno di caverne scavate nella notte per poi riemergere di pomeriggio o in tarda serata. Ma sono solo testimonianze visive. Non ci sono telecamere in grado di provarlo. Il mistero dei bagnanti fantasma è salito agli onori delle cronache internazionali, stimolando anche la fantasia di molti registi hollywoodiani, i quali stanno già lavorando a dei lungometraggi. Filtrano già alcuni possibili titoli delle pellicole: dal più famoso "Il curioso caso dei turisti fantasma" sino al più recente "Ehi tu!Sì sì, dico proprio a te! Se cerchi un posto nella libera, #SUCA: l'ho già prenotato". 

Gli inquirenti brancolano nel buio. Ci sarebbe una legge, più precisamente un'ordinanza balneare, che vieterebbe tutto ciò. Ma i bagnanti fantasma sono figure sfuggenti. La teoria delle caverne sotterranee sotto le postazioni prende forma ma mai nessuno è riuscito ad accedervi. E mentre gli avvistamenti si fanno sempre più frequenti, oggi, nella spiaggia libera di corso Italia a Pietra Ligure, si contavano 148 tra sdraio e ombrelloni senza padrone: "C'era un anziano con una canotta rossa!!! Lo vedo ogni giorno!!! Ha preso il mazzo da scala 40 e, al grido di #SUUUUUUCA a chi cerca il posto nella libera, è sparito lentamente nella sabbia portandosi dietro un cartello recante la scritta 'vado a mangiare, torno alle 17, non toccate niente'" spiega un altro testimone presente alle 12.03 nei pressi della battigia. 

"Non toccate niente? Ma voi non li conoscete gli SPAZZINI?" esclama un'altra donna protagonista di decine di avvistamenti. Gli spazzini sono turisti che si sono stufati di questa occupazione, si sono ribellati ai bagnanti fantasma e hanno deciso di catapultare sdraio, ombrelloni e asciugamani direttamente in mare: "Quando passano gli spazzini non riemerge più nessuno dalla sabbia: gli avvistamenti calano e i bagnanti fantasma che occupano il posto...#SUCANO" conclude uno spazzino.

Nicola Seppone





Commenti

  1. È la versione povera di quegli a str... che nei resort alle 5 di mattina occupano decine dei posti migliori e poi tornano a letto. Di solito sono tedeschi e sono 2 metri x 3 .....

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Le 5 frasi più dette dai turisti in Liguria (e le 5 più dette dai liguri ai turisti)

Au revoir, Shoshanna!

Stop al lungomare di Pietra a senso unico, la petizione vola: quasi 400 firme in poche ore